Cinema

Oscar 2014, i vincitori in foto

La gioia di Steve McQueen e di Brad Pitt, le sette statuette conquistate da Gravity, il sorriso di Paolo Sorrentino...

 

L'Italia festeggia la vittoria di Paolo Sorrentino, che con La grande bellezza ha riportato in patria dopo 15 anni l'Oscar per la miglior pellicola in lingua straniera.

Ma il vero re dell'86^ edizione degli Academy Awards è Steve McQueen. Il cineasta britannico, conquistando la statuetta come miglior film per 12 anni schiavo, è entrato nella storia del premio: è il primo lungometraggio di un regista di colore a conquistare il riconoscimento più ambito nella notte degli Oscar. "Dedico questo premio a tutti coloro che hanno sopportato la schiavitù e alle 21 milioni di persone che ancora soffrono la schiavitù al giorno d'oggi", ha detto McQueen. Il film, storia vera di schiavitù nell'America pre-guerra civile, si è aggiudicato anche altre due statuette, quella di Lupita Nyong'o (migliore attrice non protagonista) e quella per la migliore sceneggiatura non originale di John Ridley. Altro momento da ricordare è quello che vede Brad Pitt finalmente salito sul palco per raccogliere il premio come produttore del film (il suo primo dopo cinque nomination).      

 

Gravity del regista messicano Alfonso Cuarón ha vinto sette statuette, tra cui quella come migliore regista (una prima assoluta per un regista latino-americano). Grande perdente è American Hustle - L'apparenza inganna di David O. Russell: aveva ricevuto 10 nomination ma è tornato a casa a mani vuote. 

 

Ripercorriamo in questa fotogallery tutti i vincitori. 

 

> Per un mese il dvd de La grande bellezza è in edicola con Panorama

> La nuova caduta di Jennifer Lawrence

> Il selfie di Ellen DeGeneres è da record

> I 5 discorsi più belli sul palco del Dolby Theatre

> Il discorso di Paolo Sorrentino

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti