Nessuno si salva da solo
Cinema

Nessuno si salva da solo, film con Riccardo Scamarcio e Jasmine Trinca - Video

Storia d'amore e di disamore firmata Sergio Castellitto, sul romanzo di Margaret Mazzantini

Riccardo Scamarcio e Jasmine Trinca sono i delusi, arrabbiati, appassionati protagonisti di Nessuno si salva da solo, nuovo film di Sergio Castellitto che adatta ancora per il grande schermo un romanzo di sua moglie Margaret Mazzantini (prima era spettato a Non ti muovere e Venuto al mondo).
Dal 5 marzo al cinema, i due attori interpretano Gaetano e Delia, una coppia separata, ancora giovane ma invecchiata, che si ritrova al ristorante per organizzare il penoso gioco di turni che solitamente le coppie separate devono affrontare. Il tavolo di quel ristorante diventa un ring dove i due si raccontano e ci raccontano la loro storia d'amore e di disamore. La passione di quell’amore e la rabbia per la sua fine sono ancora pericolosamente vicine...

Nel cast anche Anna Galiena, Marina Rocco, Massimo Bonetti, Massimo Ciavarro, Renato Marchetti, Valentina Cenni, Eliana Miglio. La sceneggiatura è della stessa Mazzantini.

In questo video in esclusiva un estratto di Nessuno si salva da solo:

"Mi sono convinto nel tempo che il poter contare sulla letteratura e sul teatro come base drammaturgica rappresenti per il cinema una fonte inesauribile di storie, psicologie, relazioni e racconti, tutto il grande cinema americano, ad esempio, ha sempre attinto a queste fonti con risultati eccellenti, basti pensare ad Hitchcock)", racconta il regista Castellitto. "Ho avuto la fortuna di avere sposato un grande scrittore italiano come Margaret Mazzantini che sa raccontare delle storie. L'idea della trasposizione in cinema del libro è cominciata solo un anno fa, quindi molto tempo dopo l’uscita del romanzo. Ci sembrava che il racconto, i personaggi, conservassero una contemporaneità piuttosto forte. Ho chiesto a Margaret di scrivere una sceneggiatura, in effetti l’ho scongiurata, perché lei ha sempre poca voglia di scrivere per il cinema".

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti