Dal 26 febbraio al cinema, Motel è un thriller noir che unisce sul grande schermo Robert De Niro e John Cusack. Alla regia c'è David Grovic, montatore al suo esordio dietro la macchina da presa.

Jack (Cusack) è un uomo duro, sfortunato, ma dal carattere sensibile. Viene assoldato da Dragna (De Niro), un leggendario boss della malavita, per portare a termine un compito semplice ma alquanto inusuale. La trama ruota intorno all'attesa di Dragna, che ha convocato Jack e un manipolo di loschi personaggi in un luogo remoto, un angusto motel, per motivi sconosciuti. Durante quella lunga notte di angosciante attesa, Jack si imbatterà in Rivka (Rebecca Da Costa), un'avvenente donna la cui vita si intreccerà in maniera insospettabile alla sua. L'attesa non durerà per sempre e l'apparizione di Dragna avrà delle conseguenze per tutti inaspettate ed estreme.

In questo video in esclusiva un estratto di Motel.

"Fui immediatamente attratto dall’idea alla base di Motel per via delle similitudini a livello strutturale con il teatro dell’Antica Grecia: la storia rispetta infatti le unità di spazio e tempo caratteristiche della concezione aristotelica di quest'arte", ha detto Grovic, che è anche autore della sceneggiatura insieme a Paul Conway. "Motel ha tre personaggi principali, e i ruoli secondari sono solamente due. Per questa ragione, abbiamo il lusso di poterci prendere del tempo per esplorare il vissuto di queste persone". E ancora: "L'intera vicenda raccontata in Motel si svolge nell'arco di una giornata. Concentrare l'azione in così poco tempo aumenta la tensione, il ritmo e sottolinea gli elementi chiave della trama: trovo tutto ciò molto affascinante". 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti