Dalla spiaggia vacanziera de La prima cosa bella di Paolo Virzì e Da zero a dieci di Ligabue all'angolo dell'isola del Giglio con adagiata di lato la nave Costa Concordia osservata dal protagonista de La grande bellezza di Paolo Sorrentino. Dal mare invernale del litorale laziale di Suburra di Stefano Sollima e Non essere cattivo di Claudio Caligari alle scogliere delle Tremiti de La meglio gioventù di Marco Tullio Giordana. Il mare e i suoi paesaggi raffigurati dal cinema italiano degli ultimi vent'anni sono protagonisti della mostra fotografica Mari di cinema a cura di Antonio Maraldi, dal 2 luglio a fine mese in corso a Villa Mussolini a Riccione (a ingresso gratuito).

Sfila una trentina di film dalle location marinare, dal clima e dai generi diversi, fissati dall'obiettivo di molti dei più importanti fotografi di scena delle ultime generazioni. Le immagini arrivano dal fondo CliCiak del Centro Cinema Città di Cesena.


L'esposizione si sviluppa all'interno del programma "Ciné - Giornate Estive di Cinema", alla sua settima edizione, a Riccione dal 4 al 7 luglio. Manifestazione dell'industria cinematografica nazionale, oltre a essere un momento di incontro per gli addetti ai lavori, ha anche un'amica festivaliera con una serie di appuntamenti ed eventi rivolti al pubblico. 

Tra gli ospiti lo scrittore Donato Carrisi, al suo esordio alla regia con La ragazza nella nebbia, tratto dal suo romanzo omonimo del 2015; Alessandro Gassman, regista e interprete del road movie Il premio, Vinicio Marchioni e Anna Foglietta con i registi Matteo Botrugno e Daniele Coluccini per presentare Il contagio, tratto dal romanzo di Walter Siti.

Per conoscere tutti gli eventi di Ciné - Giornate Estive di Cinema clicca qui.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti