Cinema

J.K. Rowling e la seconda vita del mondo di Harry Potter

L'universo incantato del maghetto di Hogwarts tornerà al cinema in un film tratto dal libro Gli animali fantastici: dove trovarli, sceneggiato dalla stessa scrittrice

Un'immagine del film "Harry Potter e i doni della morte - Parte 2", ultimo capitolo della saga (Ansa/Warner Bros.)

"Milioni di fan che avete chiesto di più, aggrappatevi ai vostri manici di scopa. J.K. Rowling fa il suo debutto alla sceneggiatura con Gli animali fantastici: dove trovarli, il primo di una nuova serie di film! Non vediamo l'ora di dirvi di più, ma per ora ci auguriamo che siate felici sapendo che la magia continua".

Questo l'annuncio comparso sulla pagina Facebook di Harry Potter. Il mondo fantastico del mago di Hogwarts sta per tornare.

"Anche se sarà ambientato nella comunità mondiale di maghi e streghe in cui sono stata così felice per 17 anni, Gli animali fantastici: dove trovarli non è né un prequel né un sequel della serie di Harry Potter, ma un'estensione di quel mondo magico", ha dichiarato Rowling. "Le leggi e le consuetudini della società magica segreta saranno familiari a chiunque abbia letto i libri di Harry Potter o visto i film, ma la storia di Newt inizierà a New York, settant'anni prima dell'avvento di Harry".

Scritto dalla Rowling e pubblicato nel 2001, Gli animali fantastici: dove trovarli si pone come la copia di uno dei libri scolastici di Harry Potter. L'autrice britannica finge che ad averlo scritto sia stato l'autore immaginario Newt Scamandro, un famoso "magizoologo". Nel volume è narrata la storia della Magizoologia e sono descritte settantacinque specie magiche che si trovano un po' in tutto il mondo. Nato nel 1897, Newt fu incoraggiato allo studio della Magizoologia da sua madre, una entusiasta allevatrice di Ippogrifi di razza scelta. Dopo essersi diplomato ad Hogwarts iniziò a lavorare al Ministero della Magia nell'ufficio Regolazione e Controllo delle Creature Magiche.

Scamandro è stato a lungo parte dell'universo di Harry Potter, da quando se n'è fatto un breve cenno nel primo libro Harry Potter e la pietra filosofale. Dal 1918 ha trascorso quasi un decennio alla ricerca e scrivendo di animali fantastici, viaggiando in ogni angolo del globo scovando le creature più affascinanti del mondo magico. 

"È tutto cominciato quando Warner Bros. mi propose di trasformare Gli animali fantastici: dove trovarli in un film", ha raccontato Rowling. "Mi piaceva l'idea, ma mi era difficile accettare che a dar vita a Newt Scamandro, il presunto autore di Animali fantastici, potesse essere un altro scrittore. Avendo vissuto così a lungo nel mio universo fantastico, sono molto protettiva nei suoi confronti e poi io sapevo già molto sul conto di Newt. Come ben sapranno i fan incalliti di Harry Potter, mi piaceva talmente tanto che ne ho perfino unito in matrimonio il nipote, Rolf, con uno dei miei personaggi preferiti della serie, Luna Lovegood. Mentre stavo considerando la proposta fattami da Warner, mi è venuta un'idea della quale poi non sono più riuscita a sbarazzarmi. È così che ho finito con mettere a punto io stessa un'idea per un film da proporre a Warner Bros.".

© Riproduzione Riservata

Commenti