Cinema

Con Mondadori la Festa del Cinema dura di più

Dal 9 al 16 maggio biglietti a prezzi ridotti: i film in 2D costano solo 3 euro. E con Panorama si può estendere l'iniziativa fino al 19 maggio

È arrivata la vera "festa del cinema" che tutti i cinefili aspettavano!

Dal 9 al 16 maggio sedersi in una poltroncina davanti a un grande schermo si fa davvero economico. I biglietti infatti saranno a prezzo ridotto per tutte le sale cinematografiche italiane: 3 euro per i film in 2D e 5 euro per quelli in 3D. Questo grazie alla Festa del Cinema, promossa dalle associazioni dell'industria cinematografica italiana.

Michele Placido, regista e attore, è il primo ambasciatore di questo progetto che si propone di attrarre sempre più pubblico in sala, alla riscoperta del fascino unico e inimitabile della settima arte.

Tante le prossime uscite da non perdere, dal giapponese crudo e inquietante Confessions al remake dell'horror cult La casa, dalla commedia di Sergio Rubini Mi rifaccio vivo a No - I giorni dell'arcobaleno sulla fne della dittatura in Cile. E tanti sono anche i grandi titoli già in sala e magari da recuperare in quei giorni: Miele, Hansel & Gretel - Cacciatori di streghe, Nella casa , Il cecchino, Iron Man 3, Effetti collaterali, Viaggio sola...

Per partecipare alla Festa del Cinema basta recarsi al cinema dal 9 al 16 maggio 2013 e acquistare i biglietti desiderati, scontati proprio grazie all'iniziativa. Potete anche partecipare al contest "Premi da Star" sul sito www.festadelcinema.it che prevede tanti premi per gli appassionati di cinema.

Ma non è tutto, perché l'opportunità di un cinema a prezzi scontati potrà protrarsi nel tempo. Grazie alla collaborazione tra Festa del Cinema e Mondadori dal 13 al 17 maggio 2013, registrandosi all'indirizzo www.festadelcinema.it/mondadori ed inserendo il codice partner PANORAMACINEMA, sarà possibile scaricare un coupon che darà diritto a un'estensione dell'iniziativa fino al 19 maggio.

Ciak, si va al cinema, dal 9 al 19 maggio, per una bella scorpacciata di divertimento e cultura.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti