Con un’ampia proposta di opere cinematografiche e un ricco programma di workshop, retrospettive e incontri, dal 19 al 26 agosto 2017, torna il Concorto Film Festival, giunto quest'anno alla sua XVIIesima edizione.

Tra le novità, il concorso "Borders" - in collaborazione con Lago Film Festival - che premia i film dedicati a migrazioni e confini.

Paesi ospiti di questa edizione saranno l’Argentina e la Romania: un ampio programma di retrospettive e incontri analizzeranno le produzioni e le scuole cinematografiche di queste nazioni.

Le date

Concorto Film Festival si svolgerà  dal 19 al 26 agosto 2017.

Il 22 e 23 agosto, a Piacenza, saranno due giorni di incontri e dibattiti dedicati a professionisti del settore, direttori di festival, programmatori, addetti ai lavori, chiamati a discutere del ruolo dei festival come motori di promozione culturale.

Dove

La manifestazione è prevista in due sedi: a Pontenure (PC), al Parco Raggio e a Piacenza, nella suggestiva cornice di Palazzo Ghizzoni-Nasalli, in Via Serafini, 12

Perché è interessante

Concorto Film Festival è una manifestazione che si rivolge a tutti gli appassionati di cinema, con lo scopo di valorizzare la forma espressiva e artistica del cortometraggio, favorirne la circolazione, promuovere i contatti tra il pubblico, i giovani registi e i professionisti del settore. Quest'anno, a contendersi l’Asino d’oro, ovvero il premio per il vincitore assegnato da una giuria composta da rappresentanti del mondo artistico, audiovisivo e accademico, più di 50 film, provenienti da 20 diversi Paesi

La locandina

Confermata anche quest’anno la tradizione che vuole una firma d’autore per le locandine del festival: a interpretare il tema dell’asino, simbolo della rassegna, è stato lo street artist romano Hitnes. Al ritmo di un “andante al galop” l’asino dell’artista romano muta la sua forma come una chimera, da quadrupede si fa pavone, da pavone diventa ippogrifo, in un turbinio di piume e penne di un blu quasi elettrico. Il risultato è un animale mitologico in continuo cambiamento, un fotogramma istantaneo, “segno” perfetto per un festival che si occupa di immagini in costante mutazione

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Klimt Experience al Mudec di Milano

Fino al 7 gennaio 2018, un excursus multisensoriale nell’universo pittorico, culturale e sociale dell'artista della Secessione viennese

Commenti