Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Cinema

Bruce Springsteen e l'inno nazionale americano

Secondo un sondaggio, quasi un quarto degli americani vorrebbe che il Boss scrivesse un nuovo inno che sostituisca The Star-Spangled Banner. In realtà il nuovo è già pronto: l'ha scritto Woody Guthrie nel 1940: "This land is your land", che Bruce suona spesso nei suoi concerti

Woody Guthrie, autore di This land is your land (Wikimedia)

Il 22% degli americani ha un sogno: vorrebbe che fosse Bruce Springsteen a comporre un nuovo inno nazionale destinato a prendere il posto di "The Star-Spangled Banner".
Questo è quello che è è emerso da un sondaggio realizzato secondo cui oltre il 19% degli intervistati affiderebbe l'incarico alla leggenda del country Dolly Parton, e il 18% a quella del soul Stevie Wonder.

L'11% degli americani vorrebbe che fosse Bob Dylan a scrivere il nuovo inno, il 10% il compositore di colonne musicali John Williams, l'8% il rapper Jay-Z e il 5% Madonna.

Basato su un poema scritto nel 1814 da Francis Scott Key, in cui viene descritto il bombardamento navale britannico su Baltimora durante la guerra del 1812, 'The Star-Spangled Banner è l'inno nazionale americano dal 1931.
In realtà una canzone perfetta per diventare il nuovo inno nazionale gli americani ce l'hanno già: si chiama This land is your land, composta nel 1940 da Woody Guthrie e reinterpretata più volte proprio da Bruce Springsteen.

Una curiosità:  in Italia a chi fareste comporre un nuovo inno nazionale?

Bruce Springsteen live: This land is your land

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>