Rock of Ages, Tom Cruise esilarante rocker maledetto

A pieno agio sul palco con un microfono in mano, con la sua esuberanza demenziale fa dimenticare le parti più fiacche del musical di Adam Shankman

Rock of Ages

Alec Baldwin e Tom Cruise in Rock of Ages – Credits: Warner Bros

Dopo averlo visto scalare il grattacielo Burj Khalifa di Dubai in Mission: Impossible - Protocollo fantasma , di certo non mi sarei immaginata di trovare Tom Cruise a pieno agio anche sul palco col microfono in mano, in versione divo maledetto del rock, con il cervello triturato da alcol e vizi. Invece in Rock of Ages l'attore americano svela doti canore e soprattutto comiche che conquistano.

Non c'è dubbio, è lui l'ingrediente vincente di un musical che da Broodway arriva al cinema (dal 20 giugno) per opera di Adam Shankman ma che pur raccontando la storia del rock 'n' roll anni Ottanta ha poco di rock. Grazie a Cruise nei panni del cantante degli Arsenal Stacee Jaxx (personaggio di fantasia), il film acquista così tanta verve demenziale ed esuberante da far quasi dimenticare le cantate più zuccherose o mal riuscite che riempiono le scene e certe pieghe viste e straviste della sceneggiatura. Nella seconda metà della pellicola, con la giovane Julianne Hough coi sogni di successo infranti, instradata allo spogliarello da Mary J. Blige, per un attimo sembra di essere in Burlesque di Steven Antin... ma poi ricompare Stacee/Cruise con una scimmia vestita da colonnello al seguito e con qualche perla trash e lo smarrimento passa.

Valido alfiere della demenzialità surreale e smargiassa di Rock of Ages è anche Russel Brand, sconclusionato amante del rock che riesce quasi sempre a strappare una risata. L'ex marito di Katy Perry intepreta Lonny Barnett, braccio destro del rude e spassoso Dennis Dupree (un Alec Baldwin con capelli a caschetto!). I due gestiscono il Bourbon Room, un locale sulla famosa Sunset Strip di Hollywood che ha visto nascere le più grandi stelle del rock.

Bella voce e bel volto - che probabilmente rivedremo presto - sono quelli di Diego Boneta, giovane attore-cantante messicano al suo esordio al cinema. Catherine Zeta-Jones, che dà corpo e ugula a un'ex groupie ora attivista bacchettona e anti-rock, invece non è al meglio e conferma la scarsa riuscita del cast femminile.

© Riproduzione Riservata

Commenti