Uncategorized

Monaco 2022? No, grazie. I bavaresi votano contro le Olimpiadi nonostante le indicazioni dei grandi partiti

Da romano con una famiglia che abita davanti alla stazione Vigna Clara di Corso Francia, una stazione creata appositamente per i Mondiali di Calcio e che, nonostante fosse costata ben 90 miliardi di lire, fu utilizzata solo per otto giorni …Leggi tutto

bayerischer-olympia-traum-ist-geplatzt-41-49674229.jpg


Da romano con una famiglia che abita davanti alla stazione Vigna Clara di Corso Francia, una stazione creata appositamente per i Mondiali di Calcio e che, nonostante fosse costata ben 90 miliardi di lire, fu utilizzata solo per otto giorni e mai come stazione da cui i passeggeri potessero scendere (c’erano stati dei problemi di progettazione), ma solo come capolinea per le vetture, sono purtroppo sempre un po’ scettico quando si parla dell’organizzazione di grandi manifestazioni sportive a Roma. Amerei vedere le Olimpiadi 2024 in Italia, oltretutto nella mia città 8ma anche a Milano), ma sono piuttosto scettico che ciò possa mai accadere senza che dietro si formi un giro di sprechi, mazzette, approssimazione e corruzione che alla fine sia più il dolore nell’assistere che nonostante l’ottimismo e le belle promesse, noi italiani non siamo cambiati.

Ebbene, nonostante in Germania le cose funzionino mediamente meglio e, tanto per fare un esempio, i Mondiali di calcio del 2006 hanno avuto la bella conseguenza di far sì che Berlino facesse funzionare la metropolitana a ritmo continuato durante le notti del weekend anche a manifestazione finita, i bavaresi hanno appena dimostrato che anche loro ad ospitare le Olimpiadi non ci tengano troppo. Domenica scorsa infatti un referendum sottoposto agli abitanti delle zone di Monaco, Garmisch-Partenkirchen, Berchtesgadener e Traunsteindel hanno votato no all’idea di proporsi, congiuntamente, per le Olimpiadi invernali del 2022. La loro candidatura era stata bocciata quattro anni fa quando Monaco si propose per le Olimpiadi del 2018 (poi assegnate a Pyeong Chang, in Corea del Sud), ma all’epoca a bocciare era stato il comitato olimpio. Stavolta invece sono stati i cittadini.

Era la prima volta che in Germania si votava via referendum. Durante le settimane precedenti al voto chi si è battuto per il no ha messo in luce gli alti costi organizzativi e l’alto  rischio sia di danneggiare il territorio che di speculazioni di vario tipo. “Le nostre argomentazioni sono state convincenti, la gente si è chiesta: altri 17 giorni di festa, a che scopo?” ha affermato Katharina Schulze, capo della locale sezione dei Verdi al Der Spiegel. Secondo alcuni commentatori il voto è stato condizionato anche dal sentimento di sfiducia, non solo dei tedeschi, ma generale, verso i comitati e le federazioni internazionali, più volte al centro di scandali di corruzione negli ultimi anni ogni volta che si è dovuto assegnare qualcosa. “Se ne pentiranno” è stato invece il profetico commento di  Franz Beckenbauer uno degli artefici dell’organizzazioni dei mondiali del 2006 in Germania.

E’ stata una sconfitta anche per il sindaco di Monaco Christian Ude dell’Spd. L’intesa per il sì però  era bipartisan: socialdemocratici, cristiano democratici e Freie Wähler, supportati tra l’altro da grandi imprese come l’Audi, l’Adac, l’Infineon e il Bayern Monaco, erano tutti a favore e più di un milione di euro, ora sprecato, è stato speso per la campagna Oja! München 2022. Per Wolfgang Niersbach, presidente della Federazione di calcio tedesca le conseguenze di questo insuccesso rischiano di compromettere la candidatura della Germania per gli Europei del 2024. Difficile dire se sarà davvero così e se davvero i bavaresi “se ne pentiranno”, certo è che se una comunità di persone non avesse il diritto di decidere cosa fare del territorio in cui vive, magari anche sbagliando, alla lunga si rischierebbe di perdere di vista quel contratto sociale che proprio un tedesco, Jürgen Habermas, tra i più importanti filosofi e sociologi contemporanei, pone alla base del concetto stesso di nazione.

@daddioandreaolympia-2022-buergerentscheid-plakat-100_v-image512_-6a0b0d9618fb94fd9ee05a84a1099a13ec9d3321.jpg

 

© Riproduzione Riservata

Commenti