Uncategorized

Il costo della vita a Roma vs Il costo della vita a Berlino (per un under 35)

Nelle scorse settimane ho chiesto ad italiani residenti a Berlino e a Roma quanto pensano che debba essere il budget minimo mensile per vivere dignitosamente, ma facendo sempre attenzione, in ognuna delle due capitali se non si ha una famiglia …Leggi tutto

Schermata-08-2456531-alle-11.44.33.png

Nelle scorse settimane ho chiesto ad italiani residenti a Berlino e a Roma quanto pensano che debba essere il budget minimo mensile per vivere dignitosamente, ma facendo sempre attenzione, in ognuna delle due capitali se non si ha una famiglia e si vive in una casa condivisa. Non si tratta di un metodo scientifico, “vivere dignitosamente” può significare tutto e il contrario di tutto a seconda di chi lo interpreta. Prendete quindi ciò che segue con i giusti “ma”, “se” e “distinguo” che ne possono conseguire. Il fatto però che quasi tutti gli intervistati abbiano generalmente concordato sul budget totale necessario per vivere in ognuna delle due città, fa sì che qualche elemento reale e interpretabile sia comunque contenuto in questi risultati. Per consultare alcune delle risposte (non tutte purtroppo, molte, circa il 30%, mi sono arrivate attraverso messaggi privati o direttamente sulla mia bacheca facebook),  potete cliccare qui per quanto riguarda Roma , e qui per quanto riguarda Berlino. Al sondaggio hanno risposto complessivamente, per ognuna delle due città, circa un’ottantina di persone.

Il costo della vita a Roma vs Il costo della vita a Berlino (per un under 35)

VIVERE A ROMA

-AFFITTO CAMERA E UTENZE VARIE

500-600 euro al mese

-MEZZO DI TRASPORTO TRA BENZINA, ASSICURAZIONE, PARCHEGGIO E MANTENIMENTO

(per l’auto): 190-220 euro al mese

(per il motorino): 60 euro al mese

-SPESA

160 euro al mese

-PASTI E SERATE FUORI, SPORT, PICCOLE SPESE CORRENTI

circa 180-220 euro al mese

la media (calcolando l’auto) parla di almeno 1100 euro mensili. E questo senza mettere soldi da parte, senza parlare di vestiario, acquisti di apparecchi elettronici spesso necessari per vivere normalmente (dal pc al cellulare), vacanze, libri, farmaci, regali da fare e tanto altro. Con meno di 1000 euro al mese a Roma (non fuori Roma) è quasi impossibile vivere, completamente impossibile se si vuole vivere senza avere gli incubi di notte o essere costretti a dire più no che sì a qualsiasi stimolo esterno possa arrivare. I mezzi pubblici di notte funzionano “a sorpresa” (ma anche di giorno…), avere un mezzo di trasporto indipendente è quasi necessario se non si vive al centro (ma in tal caso l’affitto è bel più alto). La bicicletta sarebbe una bella alternativa se ci fosse una credibile rete di piste ciclabili, gli automobilisti rispettassero davvero chi va a pedali e i marciapiedi non fossero così alti da rappresentare un brutto rischio in caso di caduta. Nonostante il proverbiale bel tempo romano e i tanti parchi pubblici, per fare sport collettivi a Roma si deve normalmente affiliarsi a qualche società o affittare campi privati. Una serata in un locale dove si balla va dai 10 euro in su con punte anche di 30 euro. Una birra alla spina costa almeno 4 euro e mezzo se non di più ed anche quella in bottiglia non scene mai sotto i 3,50 (se la si prende al bar, già in un pub è diverso). Di gratuito c’è poco. In quasi tutti i locali con musica dal vivo c’è da pagare un prezzo d’ingresso (in pochi vanno “a cappello”). La città organizza e appoggia poche manifestazioni veramente pensate per i giovani (le attenzioni maggiori vanno alle famiglie). Il divertimento “gratuito” non è minimamente strutturato dall’alto, ma vive di spontanee fiammate individuali o di piccoli gruppi. Mangiare al ristorante, anche solo una pizza, significa spendere almeno 12-15 euro a persona.

Passiamo alla capitale tedesca

VIVERE A BERLINO

AFFITTO CAMERA E UTENZE VARIE

350-400 euro al mese

-MEZZO DI TRASPORTO (abbonamento mezzi pubblici e bicicletta)

80 euro al mese circa (i mezzi pubblici funzionano quasi perfettamente, durante il weekend la metro funziona a ritmo continuo anche di notte. La bicicletta è la regina della città e prenderla è il modo più efficace per muoversi velocemente).

SPESA

160 euro

-PASTI E SERATE FUORI, SPORT, PICCOLE SPESE CORRENTI

circa 200 euro al mese

Il totale fa circa 800 euro. In realtà si potrebbe andare anche sotto senza levare molto alla qualità della vita. Basta andare sempre in bici, andare solo in locali ad ingresso gratuito (ce ne sono tantissimi e sono anche molto belli) organizzare più grill con gli amici che serate al ristorante, fare la spesa al mercato turco quando è in chiusura e andare a vivere in una zona meno “cool” delle solite, e quindi più economica, ma comunque perfettamente collegata a tutte le altre. Se è vero che con 160 euro di spesa a Berlino si mangia “di più” che a Roma visto che i discount funzionano bene e non hanno solo sotto-marche, dall’altra è vero che frutta e vegetali non hanno la stessa qualità. A Berlino però costa molto poco mangiare fuori e talvolta, molte persone, preferiscono un piatto tipico (e buonissimo) libanese a quattro euro (ma anche 3 euro se lo si prende in un panino) all’imbiss sotto casa al mettersi in cucina. Anche il mangiare in un vero ristorante è più economico. Spendere tra gli 8 e i 10 euro è assolutamente normale e la qualità non è minore di quella di tanti ristoranti romani, a patto di sapersi aprire alle cucine etniche. Vivere senza auto non è assolutamente un dramma, ma una liberazione. Berlino due anni fa è stata reputata la regione (è una città regione) con la minore concentrazione di smog per abitante. E parliamo di una città. Per iscriversi ad una società sportiva si pagano 10 euro iniziali e poi 1o euro al mese. Le istituzioni supportano realmente lo sport e se si chiede l’autorizzazione ad utilizzare strutture pubbliche se si è pazienti e si portano tutte le documentazioni ce la si può fare (ve lo dice una persona che ha fondato la propria squadra di calcetto). Ci sono vari parchi con annessi mini campi di calcetto aperti a tutti, così come campi da beach volley (che a Roma costano 20 euro all’ora, qui se ci si porta la rete, ma a volte anche senza portarsela, si gioca gratis) . Nei locali più di tendenza (il che vuol dire tra i più di tendenza al mondo come varie classifiche testimoniano, solo nel 2009 ne avevano 3 tra i migliori 10: Berghain, Watergate e Weekend), al massimo si pagano 15 euro d’ingresso e dentro le birre non più di 3,50 e i cocktail 10 euro. Il comune organizza o appoggia bellissime feste come il Primo maggio di Kreuzberg, il Carnevale delle Culture, la Fête de la Musique e tante altre ancora, quasi ogni weekend ce ne è una, sono tutte gratuite o quasi e coinvolgono davvero ragazzi e ragazze sotto i quarant’anni desiderosi di vivere una città tanto da poterla sentire propria. Non è tutto oro a Berlino e in Germania. Se non si ha un lavoro dipendente, ma da freelance, agli 800 euro di base bisogna quantomeno aggiungere almeno 150 euro di assicurazione medica mensile da pagare individualmente, ma anche in questo caso ci sono una serie di sgravi o soluzioni per farsi aiutare. I contro di Berlino sono nella ricerca del lavoro (difficile più che nel resto della Germania, ma comunque non peggio di Roma), nella ricerca di un appartamento/casa, nell’eventuale difficoltà per uno straniero dell’apprendimento del tedesco, ma per quanto ormai la tendenza generale di molti media sia quella di cercare di distruggere il mito di Berlino (ed è giusto sfatarlo un po’, negli ultimi si era esagerato con lodi e le semplificazioni), la capitale tedesca ha ancora tante frecce vincenti al proprio arco. Ecco perché tanti italiani continuano ad emigrarci.

Se volete avere un’idea più precisa e scientifica del costo della vita a Roma e a Berlino, cliccate qui . Da questo altro  confronto Berlino risulta più economica del 10%, ma in questo caso si calcola anche il costo di un auto a Berlino (oltre all’abbonamento dei mezzi). Una spesa di cui davvero non c’è bisogno e che farebbe aumentare sensibilmente quella forbice.

© Riproduzione Riservata

Commenti