Dimagrire in camera da letto? Ecco come fare

Cosa di meglio se al piacere del sesso si aggiunge il vantaggio di perdere peso? Studi clinici confermano da sempre che una sana e frequente attività sessuale aiuta a mantenere il peso ideale. Una vita sessuale sana, con frequenza magari …Leggi tutto

Cosa di meglio se al piacere del sesso si aggiunge il vantaggio di perdere peso? Studi clinici confermano da sempre che una sana e frequente attività sessuale aiuta a mantenere il peso ideale. Una vita sessuale sana, con frequenza magari quotidiana, significa più calorie bruciate nel corso di una settimana. In realtà anche fare sesso solo 3 o 4 volte a settimana, con una partecipazione molto attiva dà un incremento alla perdita di peso.

Esiste un divertente studio americano che misura il rapporto tra l’arte amatoria e la perdita di calorie a secondo di intensità, durata e posizione. La durata di un rapporto sessuale penetrativo è stimata mediamente in 5 minuti (gli americani non sono granché a letto, si direbbe), al netto del tempo in cui ci si spoglia, i preliminari, le coccole e il rivestirsi. Il costo energetico di un amplesso di simile durata è stimato tra le 100 e le 200 calorie. E così le già di per sé poche calorie consumate, 600, nel lasso di tempo di un’ora si ridurrebbero a quelle misere 10 calorie al minuto! Quindi il sesso mordi e fuggi potrebbe anche essere piacevole (?) ma serve poco a dimagrire! Se però si porta l’amplesso a 10 minuti nella posizione del missionario si bruciano almeno 2-300 calorie: la passione sfrenata e l’attenzione ad alcuni particolari possono trasformare amplessi in allenamenti mangia-grassi!

Le condizioni sono: coinvolgimento, orgasmo, posizioni e soprattutto… durata. Cominciamo con la prima fase: spogliarsi. Denudarsi di comune accordo fa bruciare 12 calorie, se invece si gioca a strapparsi gli abiti si può arrivare a bruciarne fino a 187. Ma in questo caso bisogna pagare il conto della biancheria intima distrutta. Massaggiare tutto il corpo del partner, e farsi massaggiare variando gli oli aromatici per sperimentare tutte le sensazioni in tutte le sfumature:60-80 calorie. I famosi e famigerati preliminari: trovare il clitoride necessita 12 calorie e si sale fino a 85 se i maschietti si impegnano a trovare il fatidico punto G.

Naturalmente per la riuscita della “terapia” necessita il coinvolgimento emotivo e orgasmi ad hoc. Fare l’amore nel modo più coinvolgente possibile non è solo un esercizio aerobico, ma appaga corpo e mente e dà una forte carica emotiva, attraverso la liberazione delle endorfine, sostanze prodotte dal cervello che sono in grado di generare felicità e benessere psicofisico. È quel benessere responsabile della minore propensione a compensare la nostra infelicità attraverso il cibo e l’alcool.

Le posizioni più belle per fare l’amore cambiano molto in base ai gusti, ma sperimentare cose nuove ogni tanto fa bene a qualunque coppia e anche al girovita. Tra le  posizioni migliori per smaltire, sicuramente c’è  fare l’amore in piedi  perché aumenta il consumo di calorie e fa lavorare gambe, braccia, pancia e glutei. Se lei prova poi  ad avvinghiarsi al corpo del partner brucerà ancora di più lavorando di resistenza e controllo sui muscoli. Nella posizione del  missionario è lui a bruciare di più ma se lei  contrae glutei e addominali ne ricaverà  sicuramente dei vantaggi. Se invece  è la donna a stare sopra e guidare il rapporto  ottiene un maggior dispendio energetico e a lavorare saranno i glutei e il tronco. Raggiungere l’orgasmo fa poi la sua parte da 120 calorie per quelli simulati alla Meg Ryan fino ad arrivare a 315 per quelli veri e intensi… Tranquille signore poi…lo sperma non fa ingrassare, al massimo contiene 7 calorie.

Fare sesso permette poi di produrre più testosterone. L’ha scoperto proprio il Professor Jannini e la sua scoperta ha fatto il giro del mondo. E cosa c’è di meglio del testosterone, l’ormone anabolizzante per eccellenza, capace di sostituire la massa grassa con la massa magra, attraverso una secrezione sana e naturale? E se ancora non vi bastano queste motivazioni per aumentare i vostri ritmi è bene ricordarvi che dopo un rapporto anche alle più fervide sostenitrici delle coccole post passione viene sonno esattamente come ai maschietti. Il riposo indotto in questo modo dal nostro corpo è di solito molto profondo e aiuta ad eliminare le occhiaie e a distendere la pelle.

Quindi bando a disfunzione erettile (per quella ci si rivolge al medico per una cura adatta, come la nuovissima “mentina dell’amore”, rapida, efficace e discreta), calo della libido (è ancora il medico a valutare se c’è bisogno di testosterone e se l’incremento dell’attività sessuale non basta) e mal di testa, impegniamoci per fare sesso tutti i giorni, magari non 365 giorni all’anno, ma per un periodo di tempo sufficiente perché non scatti la routine e possiamo verificare anche su di noi questi straordinari effetti.

Questi dati sono stati gentilmente segnalati dalla Dott.ssa Vanessa Ortensi, psicologa e collaboratrice del Corso di Laurea in Psicologia della Devianza e Sessuologia dell’Università dell’Aquila.

© Riproduzione Riservata

Commenti