Annual Charity Dinner della Fondazione Milan: quando la solidarietà scende in campo

410431

A scendere in campo nell’ambito dell’Annual Charity Dinner della Fondazione Milan è stata la solidarietà.

“Una serata per mettere lo sport al centro, come strumento di educazione, di crescita, di rispetto. Come fonte di valori per combattere il disagio e favorire l'inclusione sociale.” Così la madrina e promotrice dell’evento Barbara Berlusconi ha inaugurato la serata benefica che che ha visto la partecipazione della squadra del Milan presente al gran completo con l’allenatore ed ex giocatore Pippo Inzaghi affiancato anche in questa occasione dal vice allenatore Mauro Tassotti.

Il primo rossonero ad arrivare è stato Michelangelo Albertazzi e poi a seguire Alex ed Essien, Keisuke Honda, Mattia Destro, Diego Lopez, Giacomo Bonaventura, il capitano Riccardo Montolivo, Andrea Poli, Alessio Cerci, Luca Antonelli, Gabriel Paletta. Tutti quanti sono stati protagonisti di una foto di gruppo.

Presenti e schierati in campo a dare sostegno all’iniziativa i massimi dirigenti del colosso la Roche-Posay assieme a noti professionisti nel campo della salute e del mondo delle farmacie.

Il ricavato dell'evento, hanno ricordato gli organizzatori, sarà devoluto interamente a favore degli interventi della onlus, a supporto di persone che vivono e affrontano difficoltà sociali e culturali, quali i giovani della periferia milanese e del quartiere Sanità di Napoli a rischio di dispersione scolastica a cui verrà offerto un luogo alternativo alla strada dove possono essere accompagnati e sostenuti nella crescita personale e nell’iter scolastico.

Fondazione Milan – hanno ricordato i due conduttori Simona Ventura e Daniele Bossari- da oltre 12 anni supporta centinaia di giovani attraverso la promozione di attività sportive, all’insegna dello slogan: “Lo sport ti cambia la vita!”

© Riproduzione Riservata

Commenti