Jack Jaselli: piuttosto un passaggio, una parte del cammino

  Siete ancora in tempo belli miei, qui c’è un ragazzo che sa il fatto suo, vogliamo vederlo aprire il concerto dei Negramaro a Roma (newgeneration.mtv.it) Intanto dimmi come nasce in te l’esigenza di fare musica? E’ stata …Leggi tutto

MG_8920.jpg

 

Siete ancora in tempo belli miei, qui c’è un ragazzo che sa il fatto suo, vogliamo vederlo aprire il concerto dei Negramaro a Roma (newgeneration.mtv.it)

Intanto dimmi come nasce in te l’esigenza di fare musica?

E’ stata la logica conseguenza del bisogno che ho sempre avuta di ascoltarla. E’ stato il non riuscire a fare a meno di questo modo magico di dire e sentire le cose del mondo e dell’anima. Credo di aver iniziato a scrivere le mie prime canzoni verso i 14 anni, suonando nella mia prima band punk rock al liceo. E’ stato come respirare, si inspira, si assorbe, si filtra e poi si espira a modo nostro ciò che il mondo ci ha dato.

000019.jpg

Qual’è stato il tuo traguardo più importante?

Ci sono state tante tappe importanti, ogni disco, ogni canzone lo è. Tanti incontri importanti con musicisti e persone che sono diventate parti integranti della mia strada. Ci sono state belle soddisfazioni e sogni coronati, come quello di aprire il concerto di uno dei miei maestri: Mr. Ben Harper. Ma non mi piace vedere nessuno di questi episodi stupendi come un traguardo, piuttosto un passaggio, una parte del cammino.

I social oltre a farti reclutare fan quanto servono nel tuo lavoro? 

Sono fondamentali, ti permettono di essere in costante comunicazione con chi ti segue, da vicino e da lontano. Permettono di creare iniziative divertenti e di dare e ricevere qualcosa che prima non c’era la possibilità di condividere. Si possono costruire piccole comunità. Sta tutto a come li si usa e se li si usa piuttosto rischiare di esserne usati. Possono avvicinare ciò che è lontano, ma a volte anche allontanare ciò che è sotto gli occhi. Sta tutto a come li si usa.

JJCLOSER01.jpg

Fra poco sapremo chi aprirà il concerto dei Negramaro  a Roma… Quante possibilità pensi d’avere?

Non lo so. Io e la mia ansia continuiamo a pensarci! Scherzi a parte sono molto emozionato e solo all’idea mi gira la testa. Non so cosa succederà ma so che sto avendo tantissime dimostrazioni di supporto e di affetto. Ogni tanto rimango a bocca aperta e già questo mi fa stare bene. Il resto lo deciderà il fato…e le vostre dita!

jjtriodoris.jpg

Dove ti possiamo sentire, vedere, conoscere? 

Potete cercare i miei video su youtube, seguirmi su facebook, instagram, twitter, vine, sul mio sito (www.jackjaselli.com) e tra poco potrete scaricare la mia app per iPhone e Android.  O meglio ancora potete venire ad ascoltare me e la mia band dal vivo. Sarebbe il modo migliore e quello che mi farebbe più felice!

Sei felice?

Si!

© Riproduzione Riservata

Commenti