La Brigata Paladini

Siamo una piccola tribù, noi Paladini. Tutti maschi. Una squadra di calcetto. Ammetto che ho fatto un po’ di casini nella mia vita privata ma la mia costanza verso i legami matrimoniali era inversamente proporzionale al piacere e …Leggi tutto

 

Siamo una piccola tribù, noi Paladini. Tutti maschi. Una squadra di calcetto.
Ammetto che ho fatto un po’ di casini nella mia vita privata ma la mia costanza verso i legami matrimoniali era inversamente proporzionale al piacere e al desiderio di essere padre.
Dunque, quattro ragazzi, di 31, 23, 22 e 9 anni e una intensa attività ricreativa. Metterli tutti insieme è complicato: i grandi con il loro lavoro. l’università, le fidanzate e gli amici. Il piccolo con i suoi estenuanti impegni sportivi, la marea di compiti e la festa del compagno di classe.
Per questo, oltre alle feste comandate, alle occasioni di riunioni improvvisate, magari una partita allo stadio, abbiamo deciso di dare alla Brigata Paladini un appuntamento fisso ogni inizio di giugno – di solito è un week end lungo – in una città europea.
È il nostro modo di fare “team building”, Organizzo tutto io: dalla meta al mezzo di trasporto, dalla scelta degli alberghi alle cose da vedere. Normalmente, dopo cena e ultima passeggiata, mi ritiro stremato con la scusa di mettere a dormire il piccoletto e invece i tre grandi sciamano nella locale movida accompagnati dalla mia e dalle loro compagne. Non so mai a che ora rientrano ma so che al mattino successivo averli tutti insieme per la prima colazione è impresa disperata. Sì, perchè la Brigata Paladini è aperta anche alle accompagnatrici. Il mio budget stanziato ringrazia quando uno dei ragazzi si sfidanza subito prima della partenza.
L’anno scorso siamo stati a Valencia. Eravamo in otto. Quest’anno si è perso un pezzo per strada e saremo in sette.
Tra i membri della Brigata c’è grande attesa per la destinazione del 2012. Ovviamente è una sorpresa e lo scopriranno solo viaggiando. Partiremo sabato 9 giugno e torneremo a Roma martedì 12 in tempo per presentarci più o meno svegli al lavoro (per chi deve).
Ci divertiremo, ma io sto già pensando che per il 2013…

© Riproduzione Riservata

Commenti