In quel giocattolo la gioia di un bambino. Il mio!

Oggi, dopo sette anni di attesa, mio figlio mi ha chiesto un giocattolo pensato da me! Fantastico, un grande soddisfazione per me che lavoro nelle aziende di giocattoli da tanti anni… Una soddisfazione che mi ripaga di tanto affannarmi tra …Leggi tutto


Oggi, dopo sette anni di attesa, mio figlio mi ha chiesto un giocattolo pensato da me!

Fantastico, un grande soddisfazione per me che lavoro nelle aziende di giocattoli da tanti anni… Una soddisfazione che mi ripaga di tanto affannarmi tra ordini, insoluti, giacenze, stock e resi…

Babbo Natale per me è arrivato in anticipo, con questa splendida richiesta: un regalo davvero super. Un toccasana per i costanti sensi di colpa per il tempo che non dedico ai miei cuccioli e dedico invece al lavoro.

Vanità o necessità, beh almeno quando si vende un bel giocattolo si può pensare che dia gioia ad un bambino, e quest’anno proprio sulla letterina di mio figlio c’è un gioco che sento mio: speriamo di non deluderlo… ooopsss… che Babbo Natale non lo deluda!

Saluti uno degli gnometti di Babbo Natale

© Riproduzione Riservata

Commenti