Da dove fiorisce il bene

Che male c’era se un albero sprecava diecimila semi in autunno? Se pure ne germogliava uno soltanto, non fiorivano poi diecimila speranze di realizzazione? E. Jünger, “Il tenente Sturm” La frase è di un occidentale, anzi: di uno dei …Leggi tutto

Che male c’era se un albero sprecava diecimila semi in autunno? Se pure ne germogliava uno soltanto, non fiorivano poi diecimila speranze di realizzazione?

E. Jünger, “Il tenente Sturm”

 

La frase è di un occidentale, anzi: di uno dei maggiori occidentali del secolo trascorso. Non so fino a che punto lo rappresenti (è messa in bocca al personaggio di un racconto scritto, nella finzione, da un suo alter ego…), però è la sua. Ed è una frase bellissima: non ci si stanca di rileggerla.

Eppure, mi pare che sia una frase “orientale”, nel senso che all’Oriente dovevano dare i greci quando cominciarono a dividere il loro mondo in Oriente ed Occidente. Mi sembra anzi che in quella frase ci sia tutto l’Oriente, e che sia tanto bella quanto inquietante e lontana.

© Riproduzione Riservata

Commenti