Un intellettuale ucraino sulla guerra civile ucraina

- Ci siamo staccati dalla sanguinosa operetta moscovita, – diceva Tal’berg e splendeva nella strana uniforme dei seguaci dell’etmano, lì a casa, sullo sfondo delle vecchie care tappezzerie. L’orologio emetteva uno sprezzante e strozzato dong-dang, e l’acqua uscì fuori dal …

Perché questa Russia sbaglia

Si è molto parlato, nelle ultime settimane, del valore giuridico dell’annessione della Crimea alla Russia. In realtà è difficile dare un giudizio certo sulla questione: se è indubbio che il distacco della Crimea dall’Ucraina, reso possibile in grazia dell’avventura militare …

Di faggi, di roghi, di libri e di uomini

Alla fine, quattordici persone vennero caricate sui camion e spedite in direzione ignota. La famiglia Fournier vide partire il padre, il garzone di quindici anni e i due figli maggiori (…). Era la «mia» famiglia. Avrei dovuto conoscere Buchenwald con

Il paese invisibile

Tempo fa mi sono trovato in provincia di Treviso, in auto, invitato in una cittadina in collina, e non trovavo il mio bivio. Allora, nonostante quel che si dice degli uomini al volante (d’altra parte ero da solo e non …

Buzzati, la montagna e il deserto

Quando nasce Dino Buzzati, il 16 ottobre del 1906, le montagne sono le montagne e la borghesia è la borghesia. Lui, dato alla luce in una villa appena fuori Belluno, appartiene ad entrambi questi mondi; ma se le rocce delle …