Uncategorized

Crisi: tu mi stressi e io espatrio

Me ne vado. Un desiderio (un sogno? una necessità?) che non coglie solo me: la crisi dell’euro, l’aumento del costo della benzina, gli esodati, la disoccupazione, i dipendenti a rischio licenziamento/cassa integrazione, professionisti e imprenditori incerti sul loro …Leggi tutto

Jericoara_05_800X600.jpg

Me ne vado. Un desiderio (un sogno? una necessità?) che non coglie solo me: la crisi dell’euro, l’aumento del costo della benzina, gli esodati, la disoccupazione, i dipendenti a rischio licenziamento/cassa integrazione, professionisti e imprenditori incerti sul loro futuro e su quello dei loro figli… e la voglia di fuggire dall’Italia (forse dall’Europa) si trasforma in un progetto.

Così ho iniziato a raccogliere informazioni che potrebbero tornare utili a me e a chi ha già trovato il coraggio o sta valutando l’opportunità di mollare tutto e rifarsi una vita (più serena, forse più agiata) in un’altra parte del mondo. Non ho dovuto faticare per scoprire che negli ultimi anni l’argomento è stato trattato e sviscerato da molti magazine: a fine gennaio The Guardian ha pubblicato The five best places to live in the world, and why mentre Forbes ha recentemente stilato una classifica dei luoghi in cui si vive meglio basandosi su una ricerca condotta con la partnership del colosso bancario HSBC, che la scorsa estate ha intervistato 3.500 espatriati in tutto il mondo.

Secondo la stima dell’Istat aggiornata al 13 giugno 2012, sono 3.916.023 gli italiani residenti all’estero (di cui 1.653.460 in America – quasi la metà in Argentina) e la recessione sta spingendo un numero crescente di connazionali a valutare il cambio di residenza.

Prima di fare un passo così impegnativo però sarebbe il caso di:

- trovare la destinazione senza farsi condizionare troppo dall’immaginario esotico: un posto paradisiaco può esser ok ma è importante verificare che il costo della vita sia inferiore a quello dell’Italia (meglio un Paese in fase di sviluppo e con un’economia e una politica stabili).

- rivolgersi all’ambasciata o al consolato in Italia per avere informazioni aggiornate e farsi indicare come contattare la comunità di italiani già residenti nel Paese, per raccogliere racconti e impressioni sulle reali opportunità e difficoltà da chi le sta vivendo in prima persona.

- prima di decidere, farsi una lunga vacanza in loco per capire se il posto è all’altezza delle aspettative, indagare su quali sono le reali possibilità di lavoro o di business, informarsi sulle leggi locali in materia di espatrio e sulle agevolazioni fiscali. Non è da sottovalutare un’approfondimento sulla situazione in campo sanitario e sull’educazione scolastica (in caso di figli piccoli).

Naturalmente non si espatria (solo) per andare a fare la bella vita. Se non si ha già un’idea precisa sul business da avviare, conviene rimanere aggiornati sulle opportunità di lavoro all’estero monitorando uno dei siti (c’è l’imbarazzo della scelta) che offrono una panoramica delle proposte di lavoro all’estero (vedere per esempio: careerjet, telegraph, eurojobs).

Le variabili che portano a scegliere un Paese piuttosto che un altro sono tantissime. Molto dipende da cosa si cerca: l’opportunità di un accrescimento professionale e di una remunerazione più alta per condurre una vita agiata rispetto  a quella che si conduce in Italia, oppure un luogo che permetta di vivere decorosamente ma soprattutto con un’alta qualità della vita. Come risultato della mia ricerca, considerando che se devo cambiare residenza deve essere vicino al mare e a contatto con la natura, ecco una personalissima top 5:

1) COSTA RICA

CR78-1024x672.jpg

(credits:vistcostarica.com)

Tabella di comparazione Italia/Costa Rica (aggiornata a luglio 2012)

Il potere di acquisto in Costa Rica è 27,19% più basso che in Italia

ItaliaCosta RicaVar. %
Salario medio al mese1.353,41 €704,76 €-47,93 %
Benzina (1 litro)1,68 €1,01 €-39,89 %
Prezzo al mq x appartamento in centro4.427,38 €1.158,88 €-73,82 %
Prezzo al mq x appartamento fuori centro2.671,54 €674,98 €-74,73 %
Affitto monolocale in centro615,89 €367,39 €-40,35 %
Affito monolocale fuori centro469,82 €370,70 €-21,10 %
Grado di sviluppo sanità67,0183,33
Tasso di criminalità55,5870,05

In Paesi come Costa Rica, anche se lo stipendio è molto più basso che in Italia, si può vivere con pochi euro, ma tutto quello che il Paese offre in tema di natura e wildlife  è impagabile. La gente è molto ospitale e il clima (nonostante ci siano 12 diverse zone climatiche) in generale è caldo tropicale. New Economics Foundation (Nef), che il 14 giugno ha silato una classifica in base all’Happy Planet Index, ha messo Costa Rica al top come posto migliore per condurre una vita lunga, felice e sostenibile. Qui altre info

 

2) SUDAFRICA

02.-Table-Mountain-view-1024x830.jpg

(credits:South african tourism)

Tabella di comparazione Italia/Sudafrica (luglio 2012)

Il potere di acquisto in Sudafrica è 41,39% più alto che in Italia

ItaliaSudafricaVar. %
Salario medio al mese1.353,41 €1.522,92 €+12,52 %
Benzina (1 litro)1,68 €1,10 €-34,48 %
Prezzo al mq x appartamento in centro4.427,38 €1.043,97 €-76,42 %
Prezzo al mq x appartamento fuori centro2.671,54 €845,59 €-68,35 %
Affitto monolocale in centro615,89 €441,93 €-28,24 %
Affito monolocale fuori centro469,82 €359,86 €-23,40 %
Grado di sviluppo sanità67,0158,90
Tasso di criminalità55,5879,03

Anche se si trova dall’altra parte dell’Europa, il Sudafrica ha molte caratteristiche in comune con il nostro continente pur conservando peculirità che lo rendono unico (se ne sono accorti gli italiani che vi sono andati l’anno scorso per i Mondiali di calcio e i 30mila connazionali residenti). E’ un Paese molto diverso, con 11 lingue ufficiali. Chi ci va se ne innamora Qui altre info.

 

3) BRASILE

Foz_do_Iguaxu_05-1024x819.jpg

(credits:Tourism Board of Brazil)

Tabella di comparazione Italia/Brasile  (luglio 2012)

Il potere di acquisto in Brasile è 49,69 % più basso che in Italia

ItaliaBrasileVar. %
Salario medio al mese1.353,41 €600,20 €-55,65 %
Benzina (1 litro)1,68 €1,24 €-25,92 %
Prezzo al mq x appartamento in centro4.427,38 €2.287,36 €-48,34 %
Prezzo al mq x appartamento fuori centro2.671,54 €1.407,70 €-47,31 %
Affitto monolocale in centro615,89 €444,58 €-27,82 %
Affito monolocale fuori centro469,82 €295,46 €-37,11 %
Grado di sviluppo sanità67,0160,79
Tasso di criminalità55,5857,84

Oltre a essere bellissimo, il Brasile è stato individuato come Paese prioritario nel Piano Made in Italy del nostro Ministero dello Sviluppo Economico. Che si traduce in un rafforzamento delle relazioni economico-commerciali con il Paese Sudamericano, favorendo così la  penetrazione delle imprese italiane in un mercato che è la sesta economia del mondo e la seconda delle Americhe. Qui altre info.

 

4) THAILANDIA

beach.jpg

(credits:Ente del Turismo Thailandese)

Tabella di comparazione Italia/Thailandia  (luglio 2012)

Il potere di acquisto in Thailandia è 44,73%  più basso che in Italia

ItaliaThailandiaVar. %
Salario medio al mese1.353,41 €404,17 €-70,14 %
Benzina (1 litro)1,68 €0,99 €-40,86 %
Prezzo al mq x appartamento in centro4.427,38 €1.872,74 €-57,70 %
Prezzo al mq x appartamento fuori centro2.671,54 €913,81 €-65,79 %
Affitto monolocale in centro615,89 €298,28 €-51,57 %
Affito monolocale fuori centro469,82 €168,20 €-64,20 %
Grado di sviluppo sanità67,0194,79
Tasso di criminalità55,5839,51

Spiagge bianche, sole tropicale e cibo eccellente venduto a basso costo (anche) per strada. Basterebbe questo a convicere di trasferirsi nel Paese del sorriso, sulla costa o in una delle bellissime isole. Puket è la preferita dagli italiani. Il rovescio della medaglia è che ci sono molte regole e leggi per gli stranieri che vogliono aprire un’attività o comprare casa in Thailandia. Basta partire informati. Qui altre info.

 

5) NUOVA ZELANDA

nuova-zelanda.jpg

(credits:visitNewZealand)

Tabella di comparazione Italia/Nuova Zelanda  luglio 2012)

Il potere d’acquisto in Nuova Zelanda è del 25,43% più alto che in Italia

ItaliaNuova ZelandaVar. %
Salario medio al mese1.353,41 €2.005,84 €+48,21 %
Benzina (1 litro)1,68 €1,31 €-22,17 %
Prezzo al mq x appartamento in centro4.427,38 €2.527,26 €-42,92 %
Prezzo al mq x appartamento fuori centro2.671,54 €1.879,35 €-29.65 %
Affitto monolocale in centro615,89 €753,96 €+22,42 %
Affito monolocale fuori centro469,82 €567,87 €+20.87 %
Grado di sviluppo sanità67,0189,07
Tasso di criminalità55,5850,31

Secondo la classifica sulla qualità della vita nel mondo stilata da Mercer lo scorso novembre, la città di Auckland occupa il terzo posto (preceduta da Vienna e Zurigo). Qui altre info. 

 

Questa classifica è per chi punta sulla qualità della vita. In un prossimo post parlerò delle città che possono soddisfare chi, invece, desidera una maggiore soddisfazione professionale.

Ben vegano aggiornamenti su quanto detto, testimonianze e suggerimenti su nuovi argomenti da approfondire.

Nel frattempo è uscito un libro che raccoglie le esperienze di chi ha mollato tutto ed è andato a vivere all’estero: Come lasciare tutto e cambiare vita.

 

© Riproduzione Riservata

Commenti