Uncategorized

Se ci fosse luce, sarebbe bellissimo

Mahalia Jackson – Leaning on the Everlasting Arms Che la morte ci porti a un abbraccio eterno è un’evidenza, quale che sia la natura dell’abbraccio. Che, come recita la canzone, ciò comporti per chi è morto lo stare al sicuro …Leggi tutto

Mahalia Jackson – Leaning on the Everlasting Arms

Che la morte ci porti a un abbraccio eterno è un’evidenza, quale che sia la natura dell’abbraccio. Che, come recita la canzone, ciò comporti per chi è morto lo stare al sicuro da ogni preoccupazione e timore, senza terrori e spaventi, è altrettanto evidente. Ci attenda pure, oltre la soglie della morte, il nulla eterno, esso sarà la scomparsa di ogni umano affanno. Sarà quella pace che ricorre in tutte le preghiere e le definizioni della condizione oltremondana: requies aeterna. La morte non è una preoccupazione dei morti.

La speranza cristiana si innesta su questa ragionevole certezza. Non si tratta di una speranza irrazionale, semmai della fede in un compimento sovrabbondante di ciò che già ci appare chiaro, e cioè che tale abbraccio sia non annullamento, ma pienezza d’essere. Non buio, ma luce. Non un’eterna solitudine, ma “una pace benedetta con il mio Signore accanto”.

 

 

 

 

 

© Riproduzione Riservata

Commenti