Message in a bottle: quanto siamo bravi nel riciclo del vetro?

Ci son notizie che non andrebbero pubblicate, perché potrebbero generare conseguenze devastanti. Una di queste è quella relativa alle cifre che rivelano che l’Italia è un paese virtuoso nel riciclo del vetro. Secondo il Coreve, il Consorzio nazionale recupero vetro, …Leggi tutto

Message_in_a_bottle_-_geograph_org_uk_-_1095870.jpg

Ci son notizie che non andrebbero pubblicate, perché potrebbero generare conseguenze devastanti. Una di queste è quella relativa alle cifre che rivelano che l’Italia è un paese virtuoso nel riciclo del vetro.

Secondo il Coreve, il Consorzio nazionale recupero vetro, il riciclo del vetro in Italia ha raggiunto la quota del 70,9% nel 2012 (era al 68,1% nel 2011), superando di oltre il 10% l’obiettivo europeo del 60%.

Fortunatamente la cosa è passata sottotraccia, altrimenti per come siamo fatti noi italiani da oggi in poi ci sentiremmo autorizzati a ricominciare a mescolare il vetro con l’umido o con il generico, tanto ne ricicliamo già troppo. Non siamo abituati ad abitare i piani alti delle classifiche del virtuosismo ambientale, la cosa potrebbe dare dei capogiri. Potremmo montarci la testa, e darci alla pazza gioia. E magari gettare il vetro dalle finestre durante i festeggiamenti.

Come predicava Sacchi, manteniamo l’umiltà anche in occasione di importanti traguardi. Anche perché siamo appena in zona Champions League, occupando la 4° posizione tra i paesi europei, dopo Germania, Francia e Inghilterra. Continuiamo quindi a differenziare operosamente con basso profilo, tutti i giorni carta, vetro, umido e plastica.

© Riproduzione Riservata

Commenti