La zucchina di Grace

Ricordate il film ‘’L’erba di Grace’’, dove una paciosa anziana signora diventava una coltivatrice di Marijuana? Bene, tra poco non sarà necessario arrivare a tanto. Basterà coltivare una qualsiasi specie bio diversa non contemplata dal “Agenzia delle Varietà Vegetali …Leggi tutto

Mennonite_farmers_wife_and_her_son_husking_corn-226x300.jpg

 

Ricordate il film ‘’L’erba di Grace’’, dove una paciosa anziana signora diventava una coltivatrice di Marijuana? Bene, tra poco non sarà necessario arrivare a tanto. Basterà coltivare una qualsiasi specie bio diversa non contemplata dal “Agenzia delle Varietà Vegetali europee” per essere considerati alla stregua dei boss del cartello di Medellin.

Questo è quanto succederà se entrerà in vigore il ‘’Plant Reproductive Material Law”, illuminata iniziativa UE per regolamentare l’utilizzo di semi di varietà vegetali.

Impossibile non scorgere dietro questa iniziativa la manina delle lobbies più influenti dell’industria agricola. Questo infatti metterebbe fuori legge tutto ciò che non si adegua alle macropolitiche agroalimentari globali, tagliando fuori quelle anarchiche sacche di resistenza che si permettono ancora di utilizzare pericolosissimi semi sovversivi.

Il broccolo nero potrebbe venir quotato più della marijuana rossa, e già vedo le retate negli orti degli anziani che avranno l’ardire di piantare una melanzana non presente nel registro preposto.

Carcere di massima sicurezza per le contadine del cilento o della Maremma che oseranno coltivare pericolosissime varietà di olive o legumi, mettendo a repentaglio la vita delle persone e la sicurezza nazionale. Sconti di pena e mini carotine julienne in conserva per tutti coloro che collaboreranno.

Si preparano tempi duri, quindi per chi si permette ancora di pensare che le nostre terre siano una miniera di straordinarie varietà vegetali, e largo quindi al pensiero unico della zucchina.

© Riproduzione Riservata

Commenti