Uncategorized

Dog Deliver, la scatola delle sorprese per cani (inventata da un cane imprenditore)

Oggi intervisto Oban, un vero imprenditore a 4 zampe. Insieme alla sua socia Nina e a 5 “colleghi” umani, ha deciso di mettere su Dog Deliver, un servizio di regali a sorpresa per cani. Ma Oban non è …Leggi tutto

dogdeliver.jpg

Oggi intervisto Oban, un vero imprenditore a 4 zampe. Insieme alla sua socia Nina e a 5 “colleghi” umani, ha deciso di mettere su Dog Deliver, un servizio di regali a sorpresa per cani. Ma Oban non è solo imprenditore, è anche un blogger. Insomma, non sta mai fermo.

Come ti è venuta l’idea di Dog Deliver?
Volevo creare qualcosa che mi piacesse davvero. Ho pensato: quale cane non ama ricevere sorprese? E così, semplicemente, più di un anno fa è nato Dog Deliver: un modo per far arrivare a casa ogni mese tanti prodotti “a 4 zampe” utili e di alta qualità, dagli snack ai giochi, e anche prodotti di bellezza, per la cura dei denti e del pelo…

Chi sceglie i prodotti da inserire nella scatola ogni mese?
Il mio motto è “solo un cane sa veramente cosa vuole un altro cane” per questo ho deciso di testare e scegliere tutti i prodotti da inserire nella scatola in prima persona, con l’aiuto della mia amica e socia Nina, grande esperta di food. E’ lei infatti che sceglie tutte le prelibatezze da inserire nella scatola, e nel blog che scriviamo insieme “a 8 zampe” scrive di cucina e presenta squisite ricette per umani che possono assaggiare con sicurezza anche i cani.

Dog Deliver non è soltanto business e blog, c’è anche un progetto benefico alle spalle, vero?
E’ vero. Nina, la mia amica e socia, ha vissuto in prima persona la tristezza dell’abbandono e la dura vita del canile, e così dai suoi racconti è nata la decisione di devolvere ogni mese il 10% degli utili ai 100.000 cani ospitati nei canili italiani. Il primo centro scelto è il Gruppo Amici Animali Abbandonati di Magenta.

oban-blog.jpg

Un blog, un’impresa da mandare avanti e la beneficenza: sei un tipo impegnato…
Sì mi piace avere tanti interessi, ma non penso sempre al lavoro! Mi piace uscire a spasso con la mia amica Maua e giocare insieme. Soprattutto mi piace saltare e prendere le cose al volo, qualsiasi cosa!

Sei uno sportivo quindi…
No, in realtà mi piace saltare ma poi sono davvero imbranato nei movimenti normali, per esempio la sola idea di fare le scale mi mette un’ansia tremenda. Addirittura per un certo periodo sono uscito di casa solo a marcia indietro per paura di scivolare… Mi fa paura l’altezza, l’acqua e… le pecore! Anche se sono un collie e in teoria dovrei avere un istinto da cane pastore…!

Un collie che non ama le pecore… Rinneghi le tue origini scozzesi?
No in realtà sono nato in Toscana e il mio nome è solo un ricordo dei miei antenati scozzesi: Oban infatti è un antico porto sulla costa occidentale della Scozia (e anche un whisky). Ma in famiglia tutti mi chiamano “Pigolino”, visto che quando voglio qualcosa non abbaio ma pigolo come un pulcino.

Anche voi come Oban avete una storia da raccontarmi? Cliccate qui e inviatemela, ne parlerò nel mio blog

© Riproduzione Riservata

Commenti