Schwarzy è stato Terminator, mica i film «due camere e cucina»

Dopo aver fatto la metà di quelle cose che il nostro Partito Democratico forse metterà in programma quando avrà trovato una data per le primarie, Arnold Schwarzenegger, più noto come Governator, ha confermato al Comic-Con che prenderà parte al …Leggi tutto

Dopo aver fatto la metà di quelle cose che il nostro Partito Democratico forse metterà in programma quando avrà trovato una data per le primarie, Arnold Schwarzenegger, più noto come Governator, ha confermato al Comic-Con che prenderà parte al sequel de I gemelli, vedi alla voce «Film che hanno formato una generazione per il semplice fatto di essere stati i più trasmessi di Italia1».

E mi è subito venuto in mente un altro ex attore convertito alla politica, la signora Colli Ombretta. L’ho immaginata prendere in mano la cornetta, chiamare Ettore Scola, proporgli di girare La terrazza - Parte seconda, lei non più tra i protagonisti ma solo produttrice, al massimo un cammeo; e, alla fine, un altro discorso come quello che fu di Vittorio Gassman, non più davanti ai dirigenti stanchi del Pci ma del Pd, che in fondo poco è cambiato. E però al posto di Gassman padre oggi ci sarebbe Gassman figlio, o Boni, o Battiston, che va con tutto come il parmigiano, nel cinema italiano.

E niente, non è un caso se Schwarzy non è rimasto in Austria. Sarebbe ancora in sezione a Salisburgo a proporre, inascoltato, la mozione “Atto di forza”.

© Riproduzione Riservata

Commenti