• RSS
  • youtube
Home  -  Autore  -  Daniela Ranieri
  • DANIELA RANIERI

  • Daniela Ranieri
  • Chi sono
  • Daniela Ranieri vive a  Roma, anche se si domanda perché ciò dovrebbe avere importanza in questa sede. Ha fatto reportage e documentari per la tv. Ha fatto anche la content manager, per dire. Vende una Olivetti del '79, quasi  nuova. Crede che prendere la carnitina senza allenarsi faccia bene uguale. Ha pubblicato il pamphlet satirico "Aristodem. Discorso sui nuovi radical chic" e il romanzo "Tutto cospira a tacere di noi" (entrambi Ponte alle Grazie) 

I MIEI BLOG

  • Carnation
    • 30-06-2014 07:59

Tutti i post

    • CARNATION
    • 30-06-2014 07:59
    • Condividi

    Guarda come mi hai sistemato

    Quando, nel 1924, Boris Pasternak accompagna la moglie Ženja e il figlioletto alla stazione di Mosca per la prima separazione dopo il matrimonio celebrato 2 anni prima, il suo smarrimento è tale che lo spinge a scriverle una lettera mentre il treno è ancora visibile lungo le rotaie («Se non ti sei spostata in uno scompartimento a due posti...

    • CARNATION
    • 23-06-2014 08:25
    • Condividi

    Me l’avresti dovuto dire

    «Se lasciamo vagare la mente sulla mappa del New England», suggerisce Henry James nel racconto L’influenza di una donna, non faremo fatica a notare la città di W., abbastanza grande, abbastanza serena sede «dell’eccellenza morale e del valore sociale». Nella città vivono un giovane uomo e una giovane donna. Come in qualsiasi altra epo...

    • CARNATION
    • 16-06-2014 09:27
    • Condividi

    Ogni mattina col tuo Nescafè

    Quando l’11 febbraio del 1963 trovano Sylvia nella cucina della casa che fu di Yeats col corpo metà dentro, metà fuori dal forno, suo marito Ted Hughes, da cui si è separata da un anno perché l'ha tradita, non dice niente. Prende i due bambini con sé (la mamma aveva lasciato loro pane e burro col latte sul comò), e dorme con loro in tre...

    • CARNATION
    • 09-06-2014 08:33
    • Condividi

    Tra le cose più spaventevoli che mi siano mai capitate

    È il Natale del 1917, e Kafka è invitato a casa di Max Brod. Ci sarà anche Felice Bauer, con la quale, dopo il fidanzamento e la sua rottura catastrofica in un hotel di Berlino «alla presenza di testimoni» (poche settimane dopo Kafka inizierà a scrivere Il Processo), non sta più da tre anni. Si erano rivisti a settembre a Zürau, dov...

    • CARNATION
    • 26-05-2014 08:47
    • Condividi

    Non potevo amarla e al tempo stesso averla

    Tra i tour de force più asfissianti e stordenti della letteratura c’è quello compiuto da Harold Brodkey nel racconto Innocenza. Sono venti-trenta pagine di pratiche – anzi: manovre - sessuali, tra cui un estenuante cunnilingus, messe in atto dal narratore Wiley sulla sua Orra, ragazza dalla bellezza di pietra, fascio di nervi infredd...

    • CARNATION
    • 19-05-2014 09:06
    • Condividi

    La scopata di Flaubert e l'ambizione di Balzac

    In quel serbatoio di deliziose fatuità che sono i Diari dei fratelli Goncourt – Jules scrive sotto dettatura di Edmond, indifferentemente in prima persona singolare e plurale – redatti tra il 1851 e il 1870, si trovano aneddoti sconcertanti, pettegolezzi feroci, favole nere tra lo sconcio e il lirico capaci di fare la gioia dei feticisti d...

    • CARNATION
    • 12-05-2014 08:09
    • Condividi

    La prova più schiacciante della sua infedeltà

    Quanto la gelosia sia un sentimento raccapricciante contiguo più alla paura che all’amore e quanto, come il timore di dormire al buio, si nutra dell’immaginazione delle possibilità più che della coscienza del torto subito (in questo caso si è già fuori dalla gelosia e si entra nel rancore o nell’odio) lo si apprende nel tormentoso ra...

    • CARNATION
    • 05-05-2014 08:27
    • Condividi

    Il noto tormento di viaggiare da soli

    È l’agosto 1927 e Walter Benjamin è in viaggio nella Loira. Ha un appuntamento con L., una parigina conosciuta nella cattedrale di Chartres un mese prima. Ha deciso il viaggio quasi d’istinto, felice di portarla in un luogo che non ha mai visto, per sperimentare insieme a lei una forma di intima sorpresa. Ma quando arriva alla stazione...

    • CARNATION
    • 02-05-2014 08:58
    • Condividi

    Il Gattopardo nel boudoir

    Nelle sterminate stanze del palazzo di Donnafugata di proprietà del Principe di Salina si annida l’erotismo più fondo della storia della letteratura. «Foresterie, appartamenti di rappresentanza, cucine, cappelle, teatri, quadrerie, rimesse odorose di cuoi, scuderie, serre afose, passaggi, scalette, terrazzini e porticati» e «una serie di...

    • CARNATION
    • 28-04-2014 09:54
    • Condividi

    È appena passabile, sarà il mio amore

    «È passabile, ma non bella abbastanza da tentarmi», dice Mr. Darcy all’amico che cerca di coinvolgerlo al ballo indicandogli Elizabeth Bennet. «Tu stai ballando con la sola ragazza attraente in sala», insiste, intendendo la sorella di Elizabeth. Al massimo, Elizabeth può essere simpatica, e solo fino alla prima parola, o tutt’al più ...

Loading...
Panorama d'Italia

Speciali