• RSS
  • youtube
Home  -  Autore  -  Daniela Ranieri
  • DANIELA RANIERI

  • Daniela Ranieri
  • Chi sono
  • Daniela Ranieri vive a  Roma, anche se si domanda perché ciò dovrebbe avere importanza in questa sede. Ha fatto reportage e documentari per la tv. Ha fatto anche la content manager, per dire. Vende una Olivetti del '79, quasi  nuova. Crede che prendere la carnitina senza allenarsi faccia bene uguale. Ha pubblicato il pamphlet satirico "Aristodem. Discorso sui nuovi radical chic" e il romanzo "Tutto cospira a tacere di noi" (entrambi Ponte alle Grazie) 

I MIEI BLOG

  • Carnation
    • 21-04-2014 09:00

Tutti i post

    • CARNATION
    • 21-04-2014 09:00
    • Condividi

    Un cuore buono per i cani

    Un giovane di nome Nastagio ama una fanciulla che non lo ricambia. A niente sono valsi i numerosi banchetti in suo onore: lei «altiera e disdignosa», fredda è e fredda rimane. Sull’orlo della consunzione, medita un gesto eclatante, ma non sa se suicidarsi, uccidere lei, o proclamare che la odia e intende dimenticarla. Gli amici consiglian...

    • CARNATION
    • 14-04-2014 08:18
    • Condividi

    Io l'amo, ma lei che c'entra

    Julien Sorel, pallido e spocchioso diciannovenne coi tratti da fanciulla protagonista (o antagonista?) de Il Rosso e il Nero, si mette in testa di sfiorare, durante una cena in giardino, la mano della donna che suo malgrado l’ha accolto in casa come precettore dei suoi figli. «Non che Julien amasse la Signora de Rênal», piuttosto è l’am...

    • CARNATION
    • 07-04-2014 08:51
    • Condividi

    La più baciata di tutti i tempi

    Nel 1889 il corpo di una ragazza dalla probabile età di 16 anni fu ripescato dalla Senna. Apparentemente si trattava di una suicida: il corpo non aveva segni di violenza, i vestiti erano semplici ma non da pezzente, e non aveva proprio i tratti della prostituta. Anzi, il suo viso aveva qualcosa di regale, e in esso l’eleganza sfumava nel ...

    • CARNATION
    • 31-03-2014 09:27
    • Condividi

    Contro il rispetto in amore

    Il buon medico e marito Charles Bovary porta ad Emma un rispetto tranquillo, garanzia di una vita uniforme, serena, fondata su un’amicizia perfetta con vista su un piccolo giardino borghese. Le mette a disposizione una biblioteca ben fornita per la sua crescita intellettuale e ha, ancora, rispetto per le sue letture, che lungi dal calmarla l...

    • CARNATION
    • 24-03-2014 09:10
    • Condividi

    Fame di colori

    I frammenti allucinati e percossi messi insieme da Ernst Junger durante la seconda guerra mondiale sotto il titolo di Irradiazioni sfolgorano di gelide e abbacinate folgorazioni. In questo che doveva essere un taccuino di appunti e si trasforma in diario sulla sua opera come comandante di compagnia nel Caucaso, prima, a Parigi e Kirchhorst poi,...

    • CARNATION
    • 17-03-2014 09:08
    • Condividi

    Senza sentimento e incapace di amore

    Alcune lettere non avremmo mai dovuto scriverle e spedirle; altre sostano in perenne bozza mentale; altre ancora sono state già scritte in nostra vece. In ogni epoca della vita, ci sono destinatari nei confronti dei quali la nostra pietà o la nostra muta delusione scambiata per indifferenza ha impedito che prendessimo la penna. Perché ci ...

    • CARNATION
    • 10-03-2014 09:47
    • Condividi

    La colpa è tutta tua

    Di solito, chiamiamo idiota qualcuno che è bel lontano dal possedere la lucida, candida delicatezza del principe Myskin di Dostoevskij. L’idiota è non solo colui che non capisce come va il mondo, ma colui che per questo si fa turlupinare. L’idiota lo è in rapporto a noi, i furbi, gli scaltri, i sapienti. Perciò il maestro del racconto ...

    • CARNATION
    • 03-03-2014 08:56
    • Condividi

    I miei occhi cercano i tuoi come insetti esitanti tra i sentori della Primavera

    Se tutte le parole pronunciate da Socrate che conosciamo non vengono dalla sua bocca ma da quella di Platone che gliele fa pronunciare, allora non è ridicola l’impresa di un fantomatico (?) studente portoghese di nome Miguel Real di far scrivere a Socrate una lettera ad Alcibiade, «suo vergognoso amante». Perché su Alcibiade, giovane a...

    • CARNATION
    • 24-02-2014 10:08
    • Condividi

    All'inferno delle Signore

    «Still waters run deep», proverbio inglese che piaceva a Shakespeare, descrive un mondo sonoro e morale: «il taciturno defluire di un fiume irlandese in mezzo alle sue praterie, la immobilità vaporosa di un lago della Scozia nella solitudine delle sue rosee lande selvagge». Ma trasportato fuori dall'utopia da commedia rivela aspetti psicol...

    • CARNATION
    • 17-02-2014 09:01
    • Condividi

    L'ineffabile fascino del clistere

    Racconta F. Gonzàlez-Crussì nel suo potente Organi vitali (Adelphi) che, benché antica come il mondo, la scatologia subisce una svolta glamour dopo l’epoca puritana, nel Sei e Settecento, assumendo le forme di una vera e propria moda. Come la febbre dei tulipani si era propagata in Olanda, in Francia si diffuse un vero culto della deiezion...

Loading...


Speciali

Panorama d'Italia-Lecce

Speciali